18/10

Trend rivestimenti e arredo bagno 2024 da Cersaie

Il mondo dell'arredo bagno è in costante evoluzione e, ogni anno, il Salone Internazionale della Ceramica per l'Architettura e dell'Arredobagno (Cersaie) a Bologna offre uno sguardo privilegiato sulle ultime tendenze.

Cersaie 2023 non ha fatto eccezione, presentando le innovazioni e le idee che stanno plasmando il futuro del design degli spazi bagno. Vediamo insieme i trend più interessanti in termini di rivestimenti e arredo bagno per il 2024.


Arredo bagno 2024: il trionfo del colore


Collezione White Label - Relax design

Dopo un lungo periodo dominato dalle palette più minimaliste, negli ultimi anni il colore è tornato a fare capolino dai bagni. Oggi le aziende presentano prodotti con un ampissima scelta di tonalità, e finiture che vanno dal matt allo smalto lucido. Da segnalare il ritorno di tonalità vivaci come il verde smeraldo, il blu profondo e il rosso rubino – colori che aggiungono personalità e carattere agli spazi bagno, creando un contrasto interessante con le superfici neutre.

Vuoi saperne di più? Leggi anche l'articolo Arredo bagno 2024: quali colori per il bagno del futuro?

 

Texture e suggestioni naturali

Collezione Jacqueline di Gessi

Una delle tendenze più evidenti a Cersaie 2023 è l'uso di texture naturali. I rivestimenti e gli arredi bagno sono infatti caratterizzati da materiali e decorazioni che rimandano alla natura o alle superfici di pietra, legno e marmo. Si tratta di elementi capaci di portare nello spazio bagno un senso di calore e comfort, rendendolo più accogliente e rilassante.

Paradigmatici in questo senso sono due nuove collezioni di Gessi Haute Couture. La linea Jacqueline impiega le radici cave del bambù per creare prestigiosi miscelatori e complementi d’arredo che fanno del bagno una vera oasi di benessere, mentre la linea Perle si ispira al più classico dei gioielli per trasferire lo stesso piacere tattile ed estetico nella sala da bagno.

 

Collezione Perle di Gessi

 Anche nel campo del rivestimento i materiali organici sono una fonte d’ispirazione primaria. 

La collezione Namib di Ceramiche Refin, ad esempio, gioca con le tonalità calde degli ambienti desertici per creare atmosfere eleganti e raffinate. Combinando le diverse colorazioni si creano anche suggestivi mosaici dall’effetto sabbioso, che trasportano immediatamente verso spazi remoti e fuori dal tempo.

Collezione Namib di Ceramiche Refin

 

Tecnologie integrate e attenzione alla sostenibilità

L'integrazione della tecnologia negli spazi bagno è sempre più importante. Specchi intelligenti, rubinetterie digitali e sistemi di controllo domotico stanno diventando comuni nei bagni di alta gamma, in cui offrono comfort e funzionalità avanzate.

Ma la tecnologia gioca un ruolo importante anche a livello di progettazione dei prodotti, per ricercare una maggiore sostenibilità ambientale. A Cersaie 2023 erano numerosissimi le proposte di elementi d’arredo realizzati con materiali riciclati e attraverso processi di produzione a basso impatto ambientale. I consumatori sono sempre più attenti all'eco-sostenibilità e l'industria dell'arredo bagno sta rispondendo in modo propositivo a questa esigenza.

Da questo incontro tra tecnologia ed esigenze ambientali nascono prodotti davvero all’avanguardia. Un esempio è il piatto doccia SoloDue® di Azzurra Ceramica: ceramica a tutta massa di soli 2cm di spessore, in cui la pivetta in PET riciclato trasforma l’equivalente di 3 bottiglie di plastica da mezzo litro in un elemento nuovo e funzionale, antibatterico e perfettamente integrabile nel piatto doccia.


SoloDue® di Azzurra Ceramica

 

A Cersaie 2023 abbiamo avuto uno spaccato di come sarà il bagno del futuro. Se vuoi esplorare insieme le ultime tendenze e prendere ispirazione per i tuoi nuovi progetti bagno, vieni a trovarci nel nostro showroom!

 

< precedente
Bagni a vista negli hotel: l’arte dell'ospitalità raffinata
successivo>
Mosaico in bagno: soluzioni creative per personalizzare l’arredo