09/11

Pavimento bagno: come scegliere il rivestimento

Il pavimento del bagno costituisce, insieme ai rivestimenti a parete, un elemento d’arredo centrale per la stanza da bagno.

Le superfici e la tipologia di finiture servono infatti ad impostare lo stile e l’atmosfera dell’ambiente, e saranno fondamentali anche nella scelta del mobilio, della rubinetteria e dei sanitari. Il pavimento del bagno può svolgere un ruolo da protagonista, ma può anche costituire un elegante quinta scenica con cui esaltare le linee e i colori del mobilio. 

Ma quali elementi tenere in considerazione per scegliere tra le numerose proposte presenti sul mercato? 


Come scegliere il rivestimento per il pavimento bagno

Il bagno moderno è un ambiente dove si fondono estetica e funzionalità. I rivestimenti del bagno dovranno quindi essere gradevoli e armonici con l’arredo della casa nel suo complesso, ma devono anche rispondere alle esigenze pratiche di un ambiente umido. Ecco quindi alcuni spunti di riflessione per selezionare il pavimento bagno più adatto alle tue necessità.


1) Pensa al tuo stile di vita

Alcune soluzioni di rivestimento sono esteticamente impagabili, ma sicuramente più delicate. Se hai bambini piccoli o animali, ad esempio, sarà meglio evitare il parquet e optare per soluzioni antigraffio o per rivestimenti facili da sistemare in caso di piccoli danni.

Il pavimento bagno in gres porcellanato è ottimo da questo punto di vista: il gres è infatti un materiale che resiste bene all’usura, ai graffi e agli urti. Inoltre esistono varie soluzioni in cui il gres “simula” altri materiali, come la pietra e il legno. 

Quindi se sogni il parquet in bagno ma temi l’irruenza degli inquilini più piccoli, prendi in considerazione una soluzione in gres effetto legno… non è la stessa cosa, ma potrebbe essere un buon compromesso!



GRES EFFETTO LEGNO - CORTINA DI REFIN


2) Tieni in considerazione lo spazio a disposizione

Devi arredare un bagno piccolo? Meglio prediligere rivestimenti in colori chiari e luminosi per creare un’impressione di allargamento ottico. L’effetto è ancora più potente se c’è continuità tra pareti e pavimenti… e magari addirittura con i pavimenti esterni al bagno!

Se invece il tuo bagno ha una certa metratura, sei più libero di giocare con i colori e la scelta dei rivestimenti. In questo caso puoi osare anche con colorazioni forti o finiture più dettagliate, che danno ancora più personalità allo spazio bagno.

pavimento-bagno-gres-41zero42
COLLEZIONE PULP - 41ZERO42



PERFECT COMBINATION - HD SURFACE



3) Coordina i rivestimenti con mobilio, sanitari e rubinetteria

La strategia per avere un bagno davvero wow è cercare di bilanciare il “peso” visivo dei vari elementi di arredo.

Ti sei innamorato di un rivestimento particolarmente ricco e colorato? Allora sarà meglio alleggerire il carico ottico con un arredo bagno semplice e lineare.

Se, al contrario, vuoi puntare tutta l’attenzione sul mobilio e gli arredi, sarà preferibile scegliere pavimento e pareti a tinta unita e più minimaliste.


COLLEZIONE SUBLIME DI REFIN


4) Valuta le esigenze di posa e manutenzione

È inutile nasconderlo: per alcuni rivestimenti pavimento la posa è più complessa, più lunga e dispendiosa. Rientrano in questa categoria i rivestimenti in legno o in pietra, ad esempio. 

La scelta del pavimento dovrà inoltre essere guidata da una riflessione sulla manutenzione necessaria. Da questo punto di vista le resine e i microcementi sono tra le opzioni più comode. Se si presentano danni (abrasioni, urti e crepe) rinnovare o ritoccare queste tipologie di rivestimenti è molto facile e non richiede grande impegno economico.


ALCHIMIE - HD SURFACE




Vuoi il supporto di un esperto che ti aiuti a selezionare il pavimento bagno? Contattaci, lo staff EERA è a tua disposizione.

 

< precedente
Cersaie 2022: le tendenze per il rivestimento del bagno
successivo>
Pavimento bagno: come scegliere il rivestimento